Ultima modifica: 15 Maggio 2019

Alessandro Liquori, ex studente del nostro liceo, al top nella ricerca europea sulle staminali

Tutto è iniziato tra quei banchi di scuola, precisamente della 5ª I, durante la lezione sul “taglia e cuci” enzimatico del prof. Pezzuto. Una spiegazione semplice ma intelligente, tanto da stimolare la mia curiositá e aprire la mia immaginazione verso quella che il libro di testo definiva “ingegneria genetica”. Ma cos’é la genetica? Come funziona? Si puó modificare? Come si combattono le malattie genetiche? E soprattutto, come si diventa un “ingegnere genetico”? Continue Reading Alessandro Liquori, ex studente del nostro liceo, al top nella ricerca europea sulle staminali

Liguori ricerca staminaliQueste sono state le domande che mi hanno accompagnato durante l’ultimo anno di liceo, e che, tra una verifica e una prova d’esame, mi hanno portato a scegliere la Facoltá di Biotecnologie. Ingegneria genetica, genetica molecolare, citogenetica, epigenetica, genetica dei tumori: tante facce di una stessa medaglia che ho cercato di apprendere ed approfondire sui banchi di universitá e di applicare nei laboratori in cui ho lavorato, prima come studente, poi come tirocinante, poi come dottorando ed ora, come ricercatore post-dottorato. La genetica mi ha portato lontano da casa, è vero, peró mi ha permesso di imparare le lingue (inglese, francese, spagnolo) e muovermi per l’Europa. Questa intervista che mi hanno concesso è stata l’occasione per raccontare la storia di un ragazzo qualunque, spinto dalla passione e dalla curiositá di apprendere, e che cerca ogni giorno di rispondere a quelle domande che si faceva qualche anno prima.
Tratto da ‘Repubblica – Salute’ del 14.05.2019 p. 13

Lascia un commento